Guida Agevolazioni Persone Con Disabilità

Ti è stata diagnosticata una malattia degenerativa? Convivi da molti anni con una disabilità a carattere permanente certificata? Se una malattia o gli anni che passano stanno rendendo i tuoi movimenti sempre più difficili, appoggiati a ToAccess e ritrova l’autonomia perduta. Dynamic Accessibility da molti anni vende con successo ausili tecnici e sanitari capaci di migliorare realmente la tua vita. Montascale a piattaforma o poltroncina e vasche da bagno con sportello laterale che renderanno nuovamente facile la tua quotidianità. Contattaci per avere maggiori informazioni sui nostri prodotti e una risposta veloce a tutte le tue curiosità. Il nostro staff qualificato ti risponderà in modo chiaro e preciso, con dettagli tecnici e spiegazioni utili a darti un’idea più chiara su quello che possiamo fare per te. Contattaci anche per saperne di più sui nostri prezzi e per conoscere a quali agevolazioni fiscali hai diritto.

Se la tua disabilità è piuttosto recente, potresti, infatti, non sapere che per molte patologie e forme di handicap sono previsti benefici fiscali di varia natura. In questa pagina ti aiuteremo a conoscerli tutti e a capire come questi ti permetteranno, ad esempio, di acquistare le nostre vasche da bagno con sportello pagandole la metà del loro valore. Un modo ancora più piacevole per cambiare per sempre la tua vita, in meglio.

Lo Stato italiano è particolarmente attento nel dare aiuto a tutte le persone con problemi di disabilità e ai loro famigliari. Per questo ha previsto un gran numero di agevolazioni fiscali e benefici economici. Se il disabile, ad esempio, ha figli a carico e un reddito inferiore ai 95 mila euro, ha diritto a detrazioni sul proprio Irpef (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche). Queste detrazioni sono proporzionate, oltre al reddito, anche al numero di bambini a carico.

Guida Agevolazioni Persone Con Disabilità

Anche sull’acquisto di mezzi di locomozione, come auto e veicoli per disabili, esistono delle agevolazioni. Il 19% della spesa sostenuta è detratto dall’Irpef, mentre l’IVA è sempre al 4%, senza eccezioni o casi particolari. Fin dall’acquisto e per gli anni successivi, il proprietario del mezzo è esentato dal pagamento del bollo, come dal pagamento dell’imposta per il passaggio di proprietà.

 

Per tutti i tipi di disabilità che richiedono il supporto di mezzi informatici o tecnici, ecco le agevolazioni: detrazione Irpef pari al 19% della spesa sostenuta totale; IVA agevolata al 4%; detrazioni per il costo e il mantenimento dei cani guida per non vedenti; detrazione spese sostenute per servizi interpretariato per i non udenti o persone con capacità uditiva estremamente ridotta.

Prezzo vasca da bagno per disabili

Parliamo ora dei benefici fiscali che solitamente interessano la nostra clientela con capacità motorie ridotte. Ovvero di quelli legati all’assistenza personale e al superamento dei problemi di mobilità in casa.

Hai alle tue dipendenze una badante o del personale medico qualificato addetti all’assistenza domiciliare? Non dimenticare che puoi detrarre dal tuo reddito i contributi versati a questa persona, per un importo massimo pari a 1.549,37 euro. Se il tuo reddito è inferiore ai 40 mila euro, potrai anche portare in detrazione il 19% delle spese totali sostenute per pagare l’assistenza specifica necessaria, ma per un importo massimo di 2.100 euro.

 

Necessiti di visite o esami specifici? Anche se non ne devi usufruire molto spesso, per te saranno tutti a costo zero. Chiedi al tuo medico di base come ottenere l’esenzione e controlla che questa venga sempre segnalata sulle prescrizioni mediche.

Oltre alle spese mediche generiche e a quelle di assistenza specifica, sono deducibili dal reddito complessivo del disabile, del famigliare con disabile a carico o del famigliare con disabile non a carico anche:

  • le spese per la riabilitazione e le cure fisioterapiche;
  • il pagamento delle prestazioni mediche fornite da personale con qualifica certificata;
  • il pagamento di terapie di tipo psichico/comportamentale.

 

Il caso di ricovero presso una struttura di assistenza privata (casa di riposo), il pagamento della retta mensile non è deducibile. Tuttavia, tutte le spese sanitarie sostenute all’interno della struttura per esami medici, radiografici e per tutto quello che concerne la patologia del soggetto, sono deducibili. Non dimenticare che queste vengano segnalate come voce separata dalla struttura stessa.

Gli esami specifici e non necessariamente collegati alla patologia del soggetto interessato non possono essere detratti completamente dall’Irpef, ma possono comunque beneficiare di un’agevolazione del 19%. Una percentuale applicata solo sulla parte eccedente l’importo di 129,11 euro. In questo caso l’agevolazione è valida unicamente per l’Irpef del cittadino disabile o per il famigliare che ha il soggetto fisicamente a carico.

Vengono detratte sempre del 19% e senza la franchigia dei 129,11 euro le seguenti spese:

  • il solo trasporto del disabile in ambulanza, quando questo è l’unico mezzo per fargli raggiungere l’ospedale o specifici ambulatori;
  • l’acquisto di poltrone per persone non autosufficienti; strutture per il contenimento di ernie e fratture all’apparato scheletrico; ausili sanitari adatti alla correzione dei problemi posturali (specificatamente della schiena);
  • l’acquisto di protesi e arti artificiali utili al superamento della limitazione capacità deambulazione;
  • l’acquisto di rampe di scale o passerelle utili a permettere l’accessibilità in una qualsiasi struttura delle persone con handicap;
  • l’acquisto o l’adattamento di un ascensore preesistente affinché questo possa essere utilizzato anche dalle persone che viaggiano in carrozzina;
  • l’acquisto di ausili tecnici informatici necessari a facilitare l’autosufficienza del disabile;
  • l’acquisto di mezzi necessari alla deambulazione e al sollevamento delle persone con ridotta mobilità certificata.

Guida Agevolazioni Persone Con Disabilità

Come potrai facilmente intuire dall’elenco che abbiamo appena fatto, tutti i prodotti distribuiti dalla ToAccess e presenti su questo sito prevedono delle agevolazioni fiscali disabilità.

Acquistare una vasca da bagno per disabili o sostituire quella già esistente nella tua casa con un modello con sportello laterale, significa abbattere le barriere architettoniche. Significa rendere fruibile a tutti un tipo di servizio (un rilassante bagno caldo in ammollo), anche a coloro i quali non riescono a scavalcare il bordo della vasca, necessitano di una vasca motorizzata o non sono autosufficienti.

Allo stesso tempo, acquistare uno dei nostri montascale a piattaforma o poltrona, significa ridare l’autonomia perduta a chi da tempo non può più salire le scale, sia quelle di casa, sia quelle dei luoghi e uffici pubblici.

 

Quando non parliamo più di acquisti ma di ristrutturazioni edilizie specifiche per l’abbattimento delle barriere architettoniche, allora la detrazione Irpef può essere fino al 50%. Ma, attenzione, dal 1 Gennaio 2017 la percentuale si abbasserà e arriverà al 36%. Se già da tempo stai pensando di modificare la tua abitazione e di inserire un montascale o una vasca con porta laterale, approfittane ora, conviene!

Ecco come fare richiesta e ottenere le agevolazioni fiscali disabili.

Le persone che, in base alle norme della Legge 104 sono ritenute disabili (ovvero dopo la valutazione da parte di una commissione medica selezionata), possono far valere i propri diritti semplicemente attraverso una dichiarazione, trascrizione o autocertificazione che faccia riferimento agli accertamenti fatti in passato e al loro esito.

Per quanto riguarda la documentazione da esibire, sarà unicamente importante conservare copia degli scontrini, fatture o ricevute d’acquisto dei beni o servizi sopra elencati. Questi potrebbero essere richiesti dall’Agenzia Entrate.

Per quanto riguarda i grandi invalidi di guerra e i casi di invalidità civile, sarà sufficiente possedere i requisiti e i certificati rilasciati dagli organi competenti al momento del pensionamento. Anche per queste persone è valida la raccomandazione di conservare i documenti relativi agli acquisti fatti. Non saranno, invece, soggette ad alcun tipo di accertamento negli anni successivi.

 

Vuoi leggere in forma integrale la guida agevolazioni fiscali per le persone con disabilità? Consulta il sito della Agenzia delle Entrate o clicca qui per scaricare il pdf e scoprire tutti i dettagli più tecnici.

 

Ma c’è ancora un altro incentivo che ti permetterà di acquistare i nostri prodotti a prezzi davvero bassi, un’opportunità da cogliere al volo, in quanto valida solo fino al 31 dicembre 2016. Ecco tutto quello che devi sapere sulla Legge 13 e sul contributo statale.

 

Nel 1989 il Ministero dei Lavori Pubblici ha emanato una legge che da allora, e nelle successive modifiche, ha sempre avuto come obbiettivo il sostegno ai contribuenti disabili e che, nello specifico, raccoglie tutte le “disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati”, ma anche in quelli pubblici.

 

Ecco cosa prevede l’Articolo 1: “i progetti relativi alla costruzione di nuovi edifici, ovvero alla ristrutturazione di interi edifici, ivi compresi quelli di edilizia residenziale pubblica, sovvenzionata ed agevolata (…) devono prevedere: a) accorgimenti tecnici idonei alla installazione di meccanismi per l’accesso ai piani superiori, ivi compresi i servoscala; b) idonei accessi alle parti comuni degli edifici e alle singole unità immobiliari; c) almeno un accesso in piano, rampe prive di gradini o idonei mezzi di sollevamento; d) l’installazione, nel caso di immobili con più di tre livelli fuori terra, di un ascensore per ogni scala principale raggiungibile mediante rampe prive di gradini.”

Guida Agevolazioni Persone Con Disabilità

Per tutti questi tipi di intervento il Ministero prevede un contributo economico che tutte le persone con ridotte o impedite capacità motorie (o chi ne fa le veci) possono richiedere. Per farlo servirà un’apposita domanda scritta al proprio Comune di residenza. Ma c’è di più! La domanda, infatti, può essere inoltrata non solo per quanto riguarda l’installazione di servoscala, ascensori e sollevatori per disabili, ma anche per una serie di opere funzionalmente connesse. Fra queste rientrano a pieno diritto le vasche da bagno con sportello della ToAccess.

Vuoi ricevere maggiori informazioni e magari anche un aiuto nel compilare la documentazione ed effettuare tutti gli adempimenti necessari? Nessun problema! Il nostro staff è a tua completa disposizione per aiutarti a risparmiare.

Ricorda, la legge viene aggiornata e prorogata annualmente. Quindi a oggi non è possibile sapere se sarà in vigore anche per il 2017 e a quali condizioni. Approfitta ora per acquistare la tua nuova vasca da bagno!